l'archivio storico del teatro di san carlo

1949_Nabucco_fotografia_Archivio Storico San Carlo_01_Maria Callas.jpg
tradizione non è culto delle ceneri ma custodia del fuoco
— gustav mahler

memus, la memoria

MEMUS, il Museo e Archivio Storico del Teatro di San Carlo (attribuzione dello “status” di museo di interesse regionale con delibera n.59 del 07/03/2013), è un'istituzione permanente senza fini di lucro, al servizio della comunità, aperta al pubblico, che ha in custodia, conserva, valorizza e promuove lo studio e la conoscenza delle proprie collezioni, documenti e, in genere, del patrimonio che ne costituisce la dotazione.

MEMUS intende offrire una finestra privilegiata sulla storia del Teatro attraverso il suo Archivio Storico che possiede una ricca documentazione cartacea, visiva – bozzetti, figurini, locandine e manifesti, fotografie di scena e ritratti di artisti, quadri, stampe d'epoca, etc. - e sonora e audiovisiva: un ricco archivio musicale di registrazioni storiche (audio e audiovisive).

MEMUS rappresenta la musealizzazione in situ dell’Archivio Storico del Teatro di San Carlo, nel segno della condivisione di una memoria che rivive grazie alla valorizzazione del suo patrimonio storico (Regolamento di gestione museale con Determina n°35 del 23/10/12). 

l'archivio storico, tra recupero, promozione e valorizzazione

L'Archivio Storico del San Carlo testimonia la complessa attività dell'ente; pur con notevoli dispersioni, la documentazione conservata, soprattutto novecentesca, è notevole. Le serie più corpose sono rappresentate dalle fotografie, dai bozzetti di scena e figurini dei costumi, dai programmi di sala e dalle registrazioni audio e audiovisive.

Nel 2012 è stata effettuata, da parte di funzionari della Soprintendenza archivistica per la Campania e da personale del San Carlo, una capillare ricognizione del materiale. In seguito a queste verifiche, su proposta del Soprintendente Archivistico per la Campania, il Direttore regionale, con decreto n.1415 del 17 settembre 2012, ha dichiarato l'Archivio Storico del Teatro di San Carlo di interesse culturale particolarmente importante.

La ricognizione effettuata nel 2012 ha restituito il quadro complessivo del patrimonio; il lavoro di riordinamento e schedatura iniziato nel 2013, in seno ad una convenzione con la Direzione generale per gli archivi, intende per gradi, consentire la consultabilità e dare il dettaglio del patrimonio complessivo.

Per visualizzare la descrizione del Fondo all'interno del SIUSA clicca qui

dalla digitalizzazione alla creazione di una banca dati digitale

Un’altra sfida che si muove per il San Carlo sul doppio binario della memoria e dell’innovazione, e con uno sguardo lungo e ampio si proietta nel futuro. La progettazione di una piattaforma informatica: la Teca Digitale dell’Archivio Storico del San Carlo.

Dopo una fase iniziale di ricerca, raccolta e ricognizione delle tipologie documentarie ancora in possesso del Teatro e dopo una fase di digitalizzazione di circa 20.000 documenti, si è passati alla progettazione dell’Archivio digitale, con uno speciale modulo d’interfaccia ad uso compilativo interno dell’Archivio del Teatro di San Carlo: un software di indicizzazione e schedatura per la gestione del database "Teca Digitale Memus".

Per saperne di più clicca qui